06 mag

Agricoltura e servizi:

l’intersettorialità per l’innovazione

DGR 37 del 19 gennaio 2016 cod. prog. 52/2/37/2016
POR FSE 2014-2020 Asse I Occupabilità – DGR 37/2016 Aziende in rete nella formazione continua.
Strumenti per la competitività delle imprese venete

 

Il progetto  si pone in stretta coerenza rispetto all’obiettivo specifico 4 del POR 2014-2020 ed è volto a promuovere processi di creazione e/o rafforzamento della cooperazione tra i vari attori che operano nel medesimo territorio con competenze diverse al fine di apportare sviluppo e innovazione al sistema economico veneto.

Le azioni formative proposte saranno tutte interaziendali per rispondere in modo comune ai fabbisogni delle aziende partner e saranno momenti di mirato confronto e scambio di conoscenze ed esperienze vissute da prospettive diverse. Le imprese intendono investire sul capitale umano per essere poi accompagnate nel cambiamento culturale che il lavorare in rete richiede, e per rafforzare le persone rispetto ad alcune abilità operative e alla loro applicazione negli specifici contesti di lavoro.
Si svilupperanno attività formative legate ad approfondire:
– strumenti giuridici per sostenere lo sviluppo delle reti d’impresa;
– Business model canvas,
– Business plan per l’innovazione;
– Finanza per l’innovazione;
– Marketing:come ottenere un brand di successo;
– Web Marketing, Social Media e e-commerce;
– Upcycling: le eccedenze e lo spreco alimentare in Azienda Agricola: cicli virtuosi e approccio alla Blue Economy.

Questi approfondimenti hanno l’obiettivo di offrire una panoramica di strumenti e opportunità per gestire competenze differenti provenienti dai due settori, integrandole e rendendole funzionali a generare progetti di business competitivi e sostenibili.

Sempre all’interno del progetto sono stati definiti due seminari specificamente dedicati ai temi blue economy e up-cycling per approfondire come lo sviluppo e l’innovazione che soddisfa i bisogni attuali possa non compromettere e pregiudicare la possibilità delle generazioni future di soddisfare i propri.
Questo per avviare delle riflessioni molto pragmatiche con le aziende dei due settori che si avvicinano a temi di interesse comune e che possono
generare nel territorio innovazione, business di rete tra aziende di settori differenti e occupabilità attenta alle tematiche della salvaguardia del
suolo e delle acque che rientrano tra gli obiettivi di Strategia Europa 2020 e le sue iniziative “Crescita Inteliggente e Crescita Solidale”.

Hanno aderito al progetto 16 cooperative e due partner operativi Confcooperative Veneto e Unioncamere del Veneto.