11 ott

Il Ministero dello Sviluppo Economico – Direzione generale per le politiche di internazionalizzazione e la promozione degli scambi – ha stanziato  contributi a fondo perduto in forma di voucher per l’acquisizione, a seguito della sottoscrizione di un apposito contratto di servizio, di prestazioni consulenziali, erogate esclusivamente dalle società di temporary export management attraverso la messa a disposizione di uno o più TEM e finalizzate a sostenere i processi di internazionalizzazione dei soggetti beneficiari, attraverso attività di analisi e ricerche di mercato, di individuazione e acquisizione di nuovi clienti, di assistenza legale, organizzativa, contrattuale e fiscale e di trasferimento di competenze specialistiche in materia di internazionalizzazione d’impresa.

CHI PUO’ BENEFICIARE DEL VOUCHER?

Piccole e medie imprese (PMI) che sono in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere in stato di attività e risultare iscritte al Registro delle imprese;
  • risultare in regola con il versamento dei contributi previdenziali;
  • avere conseguito un importo dei ricavi delle vendite e delle prestazioni pari almeno a euro 500.000, con riferimento all’ultimo esercizio contabile chiuso;
  • non aver beneficiato di un importo complessivo di aiuti “de minimis” che determini il superamento del massimale del Regolamento de minimis;

–   non rientrare tra le imprese attive nei settori esclusi dal Regolamento de minimis ossia:

  1. a) settore della pesca e dell’acquacoltura;
  2. b) settore della produzione primaria dei prodotti agricoli (DA VERIFICARE I CODICI ATECO ATTIVI);
  3. c) settore della trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli nei casi seguenti:
  4. i) qualora l’importo dell’aiuto sia fissato in base al prezzo o al quantitativo di tali prodotti acquistati da produttori primari o immessi sul mercato dalle imprese interessate,
  5. ii) qualora l’aiuto sia subordinato al fatto di venire parzialmente o interamente trasferito a produttori primari;

PMI, in possesso dei requisiti sopra citati, riunite attraverso la sottoscrizione di un contratto di rete.

CHE TIPOLOGIA DI VOUCHER SI POSSONO RICHIEDERE?

Voucher “early stage” con importo pari a 10.000 € a fronte di un contratto di servizio pari almeno a 13.000 € al netto di IVA.   Il contratto di servizio, stipulato con uno dei soggetti iscritti nell’elenco società di TEM del Ministero, dovrà avere una durata minima di 6 mesi. Il voucher è pari a 8.000 € per i soggetti già beneficiari a valere sul precedente bando (DM 15 maggio 2015).

Voucher “advanced stage”con importo pari a 15.000 € a fronte di un contratto di servizio pari almeno a 25.000 €, al netto di IVA. Il contratto di servizio, stipulato con uno dei soggetti iscritti nell’elenco società di TEM del Ministero, dovrà avere una durata minima di 12 mesi.È prevista la possibilità di ottenere un contributo aggiuntivo pari a ulteriori 15.000 €, a fronte del raggiungimento dei seguenti obiettivi in termini di volumi di vendita all’estero:

  • incremento del volume d’affari derivante da operazioni verso Paesi esteri registrato nel corso del 2018, ovvero nel corso del medesimo anno e fino al 31 marzo 2019, rispetto al volume d’affari derivante da operazioni verso Paesi esteri conseguito nel 2017, deve essere almeno pari al 15%;
  • incidenza percentuale del volume d’affari derivante da operazioni verso Paesi esteri sul totale del volume d’affari, nel corso del 2018, ovvero nel corso del medesimo anno e fino al 31 marzo 2019, deve essere almeno pari al 6%.

CHE SPESE SONO AMMESSE?

Sono ammissibili ai contributi le spese relative ai servizi di affiancamento all’internazionalizzazione erogati da una delle società di temporary export management per il tramite della figura professionale del TEM e per effetto della sottoscrizione di un apposito contratto di servizio, la cui stipula deve essere successiva alla pubblicazione dell’elenco delle società di temporary export management.

QUANDO SCADE?

L’invio della domanda sarà possibile  a partire dalle ore 10.00 del 28 novembre 2017 e fino alle ore 16.00 del 1° dicembre 2017.

QUANDO SAPREMO L’ESITO?

Entro il 29 dicembre 2017 il Ministero procederà all’assegnazione dei voucher mediante la pubblicazione dell’elenco beneficiari sul sito internet mise.gov.it

QUANDO SARA’ EROGATO IL VOUCHER?

Il beneficiario è tenuto a presentare entro 60 giorni dal termine di conclusione del contratto di servizio la seguente documentazione:

– Documentazione di spesa (fattura/e d’acquisto): i titoli di spesa devono essere interamente quietanzati e riportare, anche mediante l’utilizzo di apposito timbro, la dicitura: “Spesa di euro … dichiarata per l’erogazione del voucher early stage / voucher advanced stage di cui al Decreto MISE 17 luglio 2017-II° Bando”;

– Estratto del conto corrente relativo al periodo in cui sono state sostenute le spese oggetto della richiesta;

– Liberatoria sottoscritta dalla società di TEM, predisposta sulla base dell’allegato n. 7.

I beneficiari del voucher advanced stage devono trasmettere in aggiunta la “Relazione su attività e risultati del percorso di Internazionalizzazione (allegato 8) recante la descrizione delle attività svolte e i risultati ottenuti.

Entro 60 giorni dal ricevimento della richiesta di erogazione, in caso di esito positivo della stessa, viene erogata l’agevolazione spettante al beneficiario.

 

Per maggiori informazioni sulle modalità di presentazione della richiesta di Voucher contattaci:

Dott.ssa Paola Spinuso – Referente Area Agroalimentare Irecoop Veneto

tel: 049-8076143      mail: p.spinuso@irecoop.veneto.it