19 ott

PADOVA POINT – Percorsi Occupazionali INclusivi nel Territorio

Azione 1- Politiche attive del lavoro, Azione 2 – Supporto e assistenza alla persona e Azione 4 – Servizi alle imprese

(cod.52-1-985-2018) Il progetto è stato presentato nel quadro del Programma Operativo cofinanziato da FSE e FESR e secondo quanto previsto dall’Autorità di Gestione, in attuazione dei criteri di valutazione approvati dal Comitato di Sorveglianza del Programma

DGR 985/2018 – Azioni integrate di coesione territoriale (AICT) per l’inserimento e il  reinserimento di soggetti svantaggiati – anno 2018 –
ad oggi ancora in fase di valutazione

LOCANDINA

PADOVA POINT – Percorsi Occupazionali INclusivi nel Territorio è un progetto promosso da Irecoop Veneto insieme ad Enti accreditati alla Formazione e/o ai Servizi al Lavoro della Regione Veneto (Foréma, Ascom Padova, Cescot Veneto, Job Centre, IsfidPrisma, CFP Francesco D’Assisi, Attivamente srl, Enaip Veneto, Risorse Italia, Consorzio Idea Agenzia per il Lavoro, Fondazione di Partecipazione San Gaetano, Manpower, Manpower Talent Solution Company, Eurointerim, Generazione Vincente, Synergie Italia, Umana, Umana Forma, Randstad, Adatta, C.C.S., I.R.P.E.A., Venetica, Scuola Edile, Scuola Centrale Formazione) e con altri partner di rete importanti quali Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo (attraverso il progetto “Fondo Straordinario di Solidarietà per il Lavoro”), Associazioni di categoria (Confcooperative, Confcommercio, Confesercenti, e Legacoop), tutti i Centri per l’impiego della Provincia di Padova, Azienda ULSS 6 Euganea, INAIL Padova, Croce Verde, Camera di Commercio di Padova, Cisl Padova e Rovigo, Feneal UIL, Filca CISL, Fillea CGIL, ANCE, la Casa di Reclusione di Padova,  e i Comuni di: Padova, Abano Terme, Borgoricco, Camposampiero, Candiana, Carceri, Carmignano di Brenta, Casalserugo, Este, Loreggia, Monselice, Noventa Padovana, Piazzola sul Brenta, San Giorgio delle Pertiche, Saonara, Selvazzano Dentro, Teolo, Vigonza, Villafranca Padovana, e infine cooperative sociali e imprese.

Con un insieme integrato di azioni, completamente gratuite per i destinatari, il progetto si propone di favorire il reinserimento sociale e lavorativo di persone in situazione di svantaggio, attraverso l’offerta di interventi di politica attiva del lavoro (accompagnamento al lavoro, formazione e tirocini), incentivi all’assunzione e interventi di consulenza alle imprese soggette agli obblighi previsti per il collocamento di lavoratori disabili L.68/99.

PERCORSI FORMATIVI

Il progetto prevede 18 PERCORSI FORMATIVI della durata di 80 ore finalizzati a sviluppare le competenze professionali dei destinatari e favorire l’inserimento lavorativo e un tirocinio di 3 mesi in azienda (30 ore settimanali):

  • OPERATORE CALL CENTER INBOUND
  • OPERATORE DEI SERVIZI AL TURISMO – ZONA TERMALE
  • ADDETTO/A ALLA SEGRETERIA AMMINISTRATIVA – CITTADELLA (percorso esclusivamente rivolto a persone disabili L.68/99)
  • ADDETTO/A ALLA GESTIONE E ORGANIZZAZIONE DEL MAGAZZINO CON COMPETENZE DI VENDITA – BASSA PADOVANA
  • ADDETTO/A AMMINISTRATIVO-SEGRETARIALE (percorso esclusivamente rivolto a persone disabili L.68/99)
  • ADDETTO/A ALLE VENDITE SETTORE FOOD E NON FOOD
  • ADDETTO/A ALLE VENDITE SETTORE GDO
  • ADDETTO/A ALLA SEGRETERIA
  • ADDETTO/A ALLA GESTIONE LOGISTICA DEL MAGAZZINO (percorso esclusivamente rivolto a persone disabili L.68/99)
  • ADDETTO/A ALL’ASSEMBLAGGIO MECCANICO
  • ADDETTO/A AI SERVIZI DI ONORANZA FUNEBRE – BASSA PADOVANA
  • ADDETTO/A ALLA CURA E MANUTENZIONE DI AREE VERDI, PARCHI E GIARDINI – BASSA PADOVANA
  • ADDETTO/A ALLA MANUTENZIONE DEL VERDE E ALL’AGRICOLTURA BIOLOGICA
  • ADDETTO/A ALL’ASSEMBLAGGIO NEL SETTORE MANIFATTURIERO
  • ADDETTO/A ALLE PULIZIE
  • ADDETTO/A ALLA GESTIONE DEL MAGAZZINO E DELLE MERCI – CITTADELLA
  • ADDETTO/A ALLA SEGRETERIA 4.0 E AL MARKETING NEL SETTORE SOCIO-CULTURALE
  • ADDETTO/A ALLE FUNZIONI DI SARTORIA

TIROCINI DI INSERIMENTO/REINSERIMENTO LAVORATIVO della durata di 3 mesi con una borsa lavoro di 600 €/mese

Il progetto prevede anche la realizzazione di un percorso formativo della durata di 180 ore (EMPLOYMENT TRAINING) rivolto a persone disabili L. 68/99 in collaborazione con il Servizio di Integrazione Lavorativa dell’Azienda ULSS 6 Euganea e finalizzato ad aumentare l’occupabilità dei destinatari e di un percorso formativo della durata di 160 ore (COMPETENZE EDILI PROFESSIONALIZZANTI) rivolto ai detenuti della Casa di Reclusione di Padova.

DESTINATARI: Il progetto è rivolto a 171 persone della Provincia di Padova, disoccupate, beneficiarie e non di prestazioni di sostegno al reddito a qualsiasi titolo, e che siano a rischio di esclusione sociale e povertà in quanto:

  • disoccupati da almeno 6 mesi o senza un impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi;
  • svantaggiati ai sensi dell’articolo 4 comma 1 della legge 381/1991 e s.m.i;
  • iscritti alle liste del collocamento mirato (L.68/99);
  • soggetti appartenenti a famiglie senza reddito e ISEE ≤ 20.000 euro;
  • soggetti appartenenti a famiglie monoparentali con figli a carico o monoreddito con figli a carico e ISEE ≤ 20.000 euro.

Sarà data priorità alle persone che:

  • hanno superato i 50 anni di età;
  • hanno una disoccupazione di lunga durata (ovvero maggiore di 12 mesi);
  • appartengono a nuclei familiari percettori di REI e con cui il CPI ha definito l’apposito Patto di Servizio Personalizzato;

INDENNITA’ DI PARTECIPAZIONE:

Per i destinatari che non percepiscono alcun sostegno al reddito, è prevista l’erogazione di:

– una borsa di tirocinio pari a 600,00 € lordi/mese (riconosciuta nel caso in cui il tirocinante sia presente in azienda per almeno il 70% del monte ore previsto)

un’indennità di partecipazione per le ore di formazione, il cui valore orario è pari a 3 €/ ora (o 6 €/ora nel caso in cui il destinatario presenti una attestazione ISEE ≤ 20.000 euro). L’indennità è da intendersi per ora di effettiva presenza ed è riconoscibile solo nel caso in cui il partecipante sia presente per almeno il 70% delle ore di formazione previste.

SEDI: Le attività formative e di accompagnamento si terranno presso le sedi dei Partner di progetto cercando di garantire a tutti i beneficiari la prossimità del servizio.

SELEZIONI: Il progetto è ora sottoposto a valutazione da parte della Direzione Lavoro della Regione Veneto e, pertanto, la realizzazione delle attività sarà subordinata all’approvazione del progetto stesso da parte dell’Amministrazione Regionale. Le selezioni inizieranno solamente dopo la pubblicazione dell’esito.

Nel frattempo è possibile presentare comunque la propria candidatura.

DOMANDA DI AMMISSIONE:
Per partecipare alle selezioni inviare la scheda di adesione debitamente firmata e compilata in ogni suo campo via mail all’indirizzo irecoop.lavoro@irecoop.veneto.it oppure a mezzo fax allo 049 8076136, allegando:

– Curriculum vitae aggiornato con autorizzazione al trattamento dei dati personali – allegato obbligatorio

– Copia di un documento di identità in corso di validità (e dell’eventuale permesso di soggiorno) – allegato obbligatorio

– Copia del codice fiscale – allegato obbligatorio

– Copia della scheda anagrafico-professionale rilasciata dal Centro per l’Impiego di competenza – allegato obbligatorio

– Eventuale iscrizione alle categorie protette L.68/99

– Eventuale Certificazione ISEE ≤ 20.000 euro ed eventuale certificazione ISEE dei nuclei familiari con componenti con disabilità

– Eventuale Patto di Servizio Personalizzato REI

Specificando anche il/i percorso/i di interesse

Il progetto prevede anche l’erogazione di Servizi di consulenza individualizzata alle imprese per l’assolvimento dell’obbligo di assunzione di una quota di lavoratori disabili previsti dalla Legge n.68/1999 e, più in generale, sulle opportunità offerte per l’occupazione di soggetti svantaggiati.

Per informazioni:
Tel. 049 8076143 interno 2 – Fax 049 8076136
Irecoop Veneto – Via G. Savelli, 128 – 35129 Padova

e-mail: irecoop.lavoro@irecoop.veneto.itwww.irecoop.veneto.it

ATTENZIONE, SI TRATTA DI UN PROGETTO APPENA PRESENTATO E NON ANCORA APPROVATO. E’ NECESSARIO INDICARE LA DICITURA: Il progetto è soggetto a valutazione da parte della Direzione Lavoro della Regione Veneto e, pertanto, la realizzazione  delle  attività  sarà  subordinata  all’approvazione  del  progetto  stesso  da  parte dell’Amministrazione regionale.